Close
Non ci sono articoli nel tuo carrello
Assistenza Clienti: 800 134 694 - Spedizione gratuita per ordini superiori ai 140,00 euro
Cerca
Torna al Blog

Pinza anatomica e chirurgica, quale scegliere?

 

Nell'ambito professionale medico e specialistico, esite una categoria di articoli molto ricca e di difficile catalogazione per tutti coloro che presentano poca esperienza del campo, stiamo parlando del mondo degli strumenti chirurgici, un universo di attrezzatura specifica in continuo mutamento ed aggiornamento. L'avanzare di tecniche chirurgiche particolarmente efficaci comporta inevitabilmente la realizzazione di ferri chirurgici studiati ad hoc per il paticolare utilizzo; è bene dunque tenersi informati su quelle che sono le novità e lecaratteristiche di base dello strumentario.

Pinza anatomica e chirurgica, come scegliere la più adatta?

Nello specifico ambito delle cosidette pinze chirurgiche, con particolare riferimento alla sottospecie delle pinze da dissezione, esistono due tipologie di pinze chirurgiche tra le più utilizzate; stiamo parlando della pinza anatomica e della pinza chirurgica. Sono sostanzialmente molto diverse tra loro ed in maniera evidente vengono utilizzate per scopi diversi.

Vista la loro ampia necessità di utilizzo, in qualsiasi pratica chirurgica, abbiamo deciso di creare un piccolo vedemecum sulle loro principali caratteristiche, per poter scegliere all'occorrenza quella più adatta alle proprie necessità professionali.

Pinza anatomica e chirurgica differenza

Per quanto detto sopra, cerchiamo dunque di far chiarezza sull'utilizzo di queste due fondamentali pinze chirurgiche.

La Pinza Anatomica è la classica pinza impiegata per manipolare in maniera atraumatica i tessuti molli più delicati ed i visceri, grazie alla sua caratteristica di anatomicità. Sono caratterizzate da una scanalatura presente sulla punta atta a facilitare la presa e a fungere contemporaneamente da emostasi. Diversi sono i modelli disponibili, sottile, grossa, corta, media o lunga e la scelta di queste varianti viene effettuata in base alle finalità chirurgiche.

La Pinza Chirurgica rappresenta invece la classica pinza impiegata per afferrare e manipolare tessuti di grande resistenza e durezza, come cute, fasce muscolari, tendini ed ossa. Grazie alla presa dentata, viene generalmente impiegate nella prima fase dell’intervento chirurgico, l'incisione, e nell’ultima parte, la sutura.  

 

 

Commenti
Scrivi un Commento Chiudi il form Commenti